Il genio di Leonardo Da Vinci e l’impresa spaziale dell’Apollo 11.

I cinquecento anni dalla morte di Leonardo e i cinquanta dal primo passo sulla Luna di Neil Armstrong, sono il filo conduttore di Leonardo:Luna=500:50, progetto del Museo di Scienze Planetarie che porta a Prato la conferenza “Luna e dintorni” del famoso giornalista Tito Stagno che, cinquant’anni fa, commentò in diretta televisiva lo sbarco sul nostro satellite. Con lui ripercorreremo quei momenti emozionanti, i retroscena e le curiosità che animarono la conquista della Luna.

Non è solo una suggestione di numeri quella che lega il Genio e il satellite della Terra: Leonardo, infatti, studiò le fasi lunari e disegnò più volte la Luna a corredo dei suoi appunti.

Saranno questi i temi trattati in brevissimi video didattici che verranno presentati durante lo spettacolo e che raccontano, con animazioni e immagini storiche, le conquiste del genio leonardesco e quelle dell’uomo nello spazio. Due minuti di immagini e parole per raccontare il sogno umano del volo, le scoperte di Leonardo e di Galilei, le leggende e poi la ricerca scientifica sulla Luna e, infine, la conquista dello spazio, la magica notte d’estate in cui Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins andarono incontro alla Luna.

Lo spettacolo - gratuito - sarà presentato e condotto dallo scienziato Marco Morelli e dalla storica dell’arte Alessia Cecconi.

Il biglietto potrà essere ritirato dal 9 al 27 aprile presso la biglietteria del Teatro Politeama Pratese (dal martedì al sabato 10.30-12.30/17-19.30. Sabato pomeriggio chiuso). I posti non sono numerati.

Informazioni allo 0574 447777 info@museoscienzeplanetarie.eu