Dopo una breve introduzione sulle scienze planetarie, la classe assiste alla proiezione commentata del filmato della quadrisfera, una multiproiezione che grazie ad un complesso gioco di specchi racconta con suoni ed immagini suggestive, come in un caleidoscopio tecnologico, la formazione ed evoluzione dell’Universo e del Sistema Solare. In seguito vengono illustrati i modelli della Via Lattea e quello tridimensionale del Sistema Solare, soffermandosi in particolare sulle caratteristiche del Sole e dei pianeti. La sala successiva è dedicata interamente alle meteoriti, testimoni unici della nascita dei pianeti e degli asteroidi. In questa sala gli studenti possono vedere e toccare la meteorite Nantan, un grande esemplare di meteorite metallica, capire i fenomeni legati al loro ingresso in atmosfera e imparare gli indizi necessari per saper distinguere una meteorite da una roccia terrestre.Il percorso prosegue con l’illustrazione delle più comuni aree di rinvenimento delle meteoriti (deserti e aree glaciali) per giungere poi alla sezione dedicata ai crateri da impatto, con particolare riferimento a quelli presenti sul nostro pianeta. Si  accennano il concetto di “rischio da impatto” e le ipotesi sulle relazioni tra gli impatti e l’evoluzione della vita sulla Terra. Nell’ultima sala, dedicata ai minerali, l’operatore ne descrive le principali proprietà e caratteristiche, soffermandosi in particolare sulla vetrina dedicata ai minerali fluorescenti.

La visita al Museo è preceduta da un’attività di mezz’ora circa dedicata alla “linea del tempo”, dal Big Bang fino alla comparsa dell’uomo. Gli studenti realizzeranno un segnalibro disegnando le varie fasi dell’evoluzione del nostro pianeta.

Durata: 1 ora e mezzo

Costo: € 6,00 a studente